domenica 19 ottobre 2008

Convegno astrologico Ricerca '90 2008



















Si è tenuto a Budapest un importante e significativo conbegno organizzato da Ciro Discepolo i giorni 18 e 19 ottobre 2008 al quale ho partecipato con molto piacere e interesse.



Sergio Berti


lunedì 6 ottobre 2008

venerdì 22 agosto 2008

Per Di Pietro:"Quanti morti ci devono ancora essere per capire che la Mafia è un problema da risolvere?"






In Italia continuano a esserci idioti che non capiscono che la Mafia è un problema ESISTENTE, serio e che va combattutto con tutti i mezzi necessari.

Giovanni Falcone assieme a Paolo Borsellino e a molti altri collaboratoti hanno lavorato anni rinchiusi come carcerati per combattere Cosa Nosta, ha lavorato senza l'appoggio dello Stato in quanto gli stessi politici erano in combutta con la Mafia.

E tremendo come ancora oggi ci siano politici che non si rendono conto di cosa sia la Mafia...

Consiglio a Veltroni, a Di Pietro e a tutti coloro che la pensano come loro di leggere e rileggere "Cose di Cosa Nostra" di Giovanni Falcone e di mettersi una mano sulla coscenza e di darsi una registrata ai neuroni!

Ma fino a che abbiamo i vecchi politici mafiosi al senato non si possono neanche evitare le porcate di Veltroni e Di Pietro!

Nota aggiunta il 23-08-2008

Vorrei precisare che in questo blog non ho intenzione di fare propaganda politica, voglio solo esprimere dei concetti estrologici applicati alla realtà dei fatti.

Personalmente ritengo che nello scienario politico attuale Berlusconi sia l'unico in grade di agire con un minimo di buon senso, nel senso che io ritengo che in politica si debba sciegliere il male minore in quanto ogni essere umano sulla faccia di questa terre che intri in politica tenta sempre, direttamente o indirettamente, di fare i propri interessi. Berlusconi ha fatto e farà delle leggi a favore delle aziende, e quindi anche alle proprie aziende, e io ritengo che questo si un male molto minore rispetto all'incapacità di Prodi (il quale ha registrato solo fallimenti nel proprio passato), al parassitismo di Dalema (vedi il suo yot comprato a spese dello stato), ecc...

In somma ritengo che sia un bene che Berlusconi faccia i propri interessi alla vista di tutti... questa è una mia personale oppinione e un conto sono le mie oppinioni e un altro sono le mie previsioni.

Sergio Berti

giovedì 21 agosto 2008

Berlusconi sulla scia di Giovanni Falcone




Nell'edizione del Tg5 delle 13:00 (verso le 13:12) è stata data la notizia che Berlusconi ha intenzione di attuare alcune procedure giuridiche ideate da Giovanni Falcone: in un mio commento nel blog di Ciro Discepolo in data 08/02/2008 ho esposto il mio punto di vista:
"La quadratura di Urano a Plutone, secondo me porterà brutte cose. In un mio post mi sono riferito a lotte per il potere: non ho specificato ma mi riferivo sopratutto alla rivalita che sicuramente ci sarà tra Usa e Cina. A riguardo ho molte brutte idee, per esempio a conflitti tra le grandi organizzazioni mafiose.Non mi sembra un caso che nell'oroscopo di Giovanni Falcone (i suoi dati me li hai forniti molto gentilmente tu) abbia un Plutone Natale incollato al Medio Cielo. Tra l'altro ieri ci sono stati inportanti arresti di mafiosi a New York: gli arresti sono cose positive ma per ora abbiamo anche Giove in Capricorno, voglio vedere quando si sposta in Acquario e quando entrerà in Ariete. Penso che quando Giove entrerà in quadratura a Plutone, da inizio 2011, cominceremo a vedere qualcosa".
Nella previsione per il governo Berluscono e per Silvio Berlusconi stesso, ho annunciato problemi legali e rischio di attentati. Non credo che nei prossimi mesi il presidente rischi di essere assassnato, ma la Mafia prenderà provvedimenti e non credo che mancheranno intimidazioni. Ma a lungo andare la lotta alla Mafia avrà dei momenti critici: dai tempi di Falconi Cosa Nostra si è trasformata e la Sicilia è diventata uno scenatio storico (dall'aspetto un po' romantico da certi punti di vista), ora i capi mafiosi vengono catturati in America, a New York, a Toronto.
Il mafioso siciliano non trova più pieno appoggio nella popolazione, perchè la legalità è più diffusa e lo stato è più presente e consapevole (i politici come Andreotti negavano l'esistenza della Mafia anche se conoscevano bene la realtà dei fatti!).
In questo momento Plutone sta entrando definitivamente in Capricorno, e questo ingrasso non significa solo (come ho spiegato nel commento al post di Ciro Discepolo) il confronto tra la nuova potenza economica cinese con la storica prima potenza mondiale, cioè gli USA, ma anche la concorrenza tra mafia americana e mafia cinese. L'Italia e l'Europa resta sempre in una posizione strategica per il commercio illegale (come per quello legale), sia per un motivo geografico e sia storico.
Nei Cieli Natali di Berlusconi e di Falcone si può notare che entrambi hanno Plutone in decima Casa: Falcone ha Plutone strettamente congiunto al Medio Cielo e quindi è dominante e da considerarsi sia in nona che in decima Casa, mentre Berlusconi ha Plutone in piena decima Casa. In fatti Berlusconi come Falcone dovrà confrontarsi con l'organizzazione mafiosa nell'ambito della propria carriera, solo che Falcone ha dedicato al proprio lavoro l'intera esistenza e la vita stessa, mentre per Berlusconi il problema della mafia è solo un aspetto, seppure importante, della propria prospettiva lavorativa.
Sergio Berti

Crisi in Georgia e Afganistan

Come ho scritto nei miei post precedentei, la Russia sta facendo i propri comodi in territorio georgiano, soprattutto in seguito alla firma dell'accordo tra Usa e Polonia per la costruzione di una base antimissile in territorio polacco.

Evidentemente sta avendo un svolta non positiva: le relazioni diplomatiche diventano sempre più tese, le truppe russe continuano a occupare sempre più massiccamente il territorio georgiano, i profughi sono sempre più numerosi e gli interventi umanitari sono ostacolati.

In oltre l'attacco in Afganistan che ha comportato la morte di 10 soldati francesi non è stato oraganizzato in questi giorni per caso: i talebani stanno sfruttando il momento di tensione internazionale e personalmente rittengo molto probabile che Russia e Afganistan si appoggino segretamente con scambi di risorse come armi, petrolio o altro: la quadratura tra Marte e Plutone di questi giorno sicuramente sta consolidando strategie e complotti di questo genere.

Il disastro aereo in Spagna, sicuramente non collegato per mezzo della volontà umana ai fatti di guerra, è sicuramente un esempio di sincronicità.
--
http://cirodiscepolo.blogspot.com/2008/02/il-vangelo-e-lo-zodiaco.html

Sergio Berti

domenica 17 agosto 2008

Astrologia Mondiale

Io mi sono permesso di fare delle previsioni astrologiche relativi ad avvenimenti mondiali, ma il migliore astrologo al mondo in questo è Andrè Barbault.

http://www.andrebarbault.com/

In merito a quanto ho scritto sulla crisi in Georgia io rimango del mio parere:

http://cirodiscepolo.blogspot.com/2008/08/quel-piatto-di-pasta.html

Le azioni di guerra della Russia sono un atto con la finalità di dimostrare il potenziale militare russo, in reazioni agli accordi che gli Usa stanno contrattando con Polonia e Ucraina in merito alle basi antimissili.
Nel Blog di Ciro Discepolo ho spiegato il mio punto di vista, e mi sono convinto che l'attuale situazioni diplomatica sarà la base degli avvenimenti che accadranno tra luglio e agosto 2010, quando Plutone e Urano entreranno in perfetta quadratura. Già dai primi mesi del 2010 la Cina entrerà prepotentemente in questo scienario diplomatico e le cosa non avrà risvolti positivi.

Gli accordi e le allanza che la Russia stringerà in merito alla crisi della Georgia, a parere mio non saranno affidabili e ci dobbiamo attendere carte false.

sabato 9 agosto 2008

Guerra in Georgia

Coordinate astronomiche del Cielo Natale per Guerra In Georgia 09/08/2008 Nato a T'bilisi (00) (GE) il 09/08/02008 ore: 07.00

Sole :in Leone 16°51'59,8309
Luna :in Scorpione 19°28'21,2431
Mercurio :in Leone 27°27'51,0143
Venere :in Vergine 03°34'05,4304
Marte :in Vergine 23°28'24,4298
Giove :in Capricorno 13°55'50,7058 Retrogrado
Saturno :in Vergine 08°41'34,4597
Urano :in Pesci 21°57'34,3516 Retrogrado
Nettuno :in Aquario 23°01'20,3446 Retrogrado
Plutone :in Sagittario 28°44'16,7505 Retrogrado
Casa 1 :in Leone 15°19'05,0683
Casa 2 :in Vergine 06°28'11,7476
Casa 3 :in Bilancia 02°37'57,1264
Casa 4 :in Scorpione 05°00'33,6533
Casa 5 :in Sagittario 11°21'48,1432
Casa 6 :in Capricorno 15°49'53,2980
Casa 7 :in Aquario 15°19'05,0683
Casa 8 :in Pesci 06°28'11,7476
Casa 9 :in Ariete 02°37'57,1264
Casa 10 :in Toro 05°00'33,6533
Casa 11 :in Gemelli 11°21'48,1432
Casa 12 :in Cancro 15°49'53,2980

Nel Cielo Natale della guerra che è iniziata in Georgia è presente un'opposizione di Marte e Urano entro i 2 gradi dall'aspetto preciso, quindi si tratta di una quadratura molto stretta che giustifica il clima di guerra.
Ma si deve notare il Sole dominante all'ascendente (il bombardamento è iniziato all'alba) e uno stellium in 1ªCasa, in oltre la Luna è in quadratura (2,5° di orbita) sia al Sole che all'Ascendente, in oltre la Luna si trova nel Segno dello Scorpione.

La priama Casa Astrologica è cosignificante del segno dell'Ariete, il quale, assiele allo Scorpione, è segno marziano e legato alla Guerra.

Gli sciettici diranno: "si dovevano dire prima". Allora io dico che il 17/08/2008 ci sarà una perfetta quadratura di Marte e Plutone, e tra il 17 e il 19 credo che la Guerra avrà pessimi risvolti. Gia tra il 12 e il 13 agosto ci saranno avvenimenti poco piacevoli perchè Marte si trova sempre in aspetto sia a Urano che a Plutone.

Tra l'altro il 17/08/2008 è una data rintracciata da Astral Detector, un software ideato da ciro Discepolo per prevedere le date individuare date importanti e fare previsioni mirate. tale software ha identificato nel 17/08/2008 una data importante nel destino del governo Berlusconi, il che vuol dire che molto probabilmente il governo italiano prendeta delle posizioni di rilievo nella guerra appena scoppiata.

In quaeto blog ho fatto delle previsioni, tra le quali ho specificato che nel mese di agosto ci sarebbero stai avvenimenti politici negativi è ho avvanzato l'ipotesi di malori a personaggi politici: per quanto ne so fino a ora c'è stata la morte di Pininfarina avvenuta il 7/8/2008 e tutti i giornali hanno parlato di grave perdita per il mondo politico.

http://sergioberti.blogspot.com/2008/05/previsione-per-silvio-berlusconi-e-il.html

http://sergioberti.blogspot.com/2008/05/previsione-per-il-governo-berlusconi.html

martedì 22 luglio 2008

Parole... Parole... Parole...

Non riesco a capire perché le persone debbano sempre parlare tanto per niente, raccontando un sacco di balle e creando confusione. Personalmente non mi preoccupo di chi è convinto che l'Astrologia sia solamente un ammasso di superstizioni: a chiunque posso dimostrare il contrario. Quindi, mi rendo disponibile a consulti gratuiti
( sergio772.giovanni91@alice.it - sergio772@live.it ) e posso scrivere in questo blog le risposte alle domande che mi vengono poste.

Ma voglio dati anagrafici reali e nomi reali, e non nomi fittizi o nickname e date di nascita inventate, con tanto di indirizzo di casa: FACILE RACCONTARMI UN SACCO DI BUGIE E POI CERCARE D’ INFANGARMI.Sono 8 anni che ho a che fare con persone che cercano di mettermi i bastoni tra le ruote e dimostrare che sono un folle depresso che non riesce a realizzarsi nella vita e cerca rifugio in fantasie inconsistenti!

Ma gli idioti non mi recano nessun danno, perché sono solo idioti!

Ho pubblicato sia nel mio sito che in questo blog una mia previsione per il Governo Berlusconi... e non ho nessun problema a farne altre. Se qualcuno volesse propormene qualcun'altra non mi tiro indietro.

http://www.alphaeomega.it/astrologia.alphaeomega.it/Analisi%20Previsioni/Governo%20Italiano/Governo%20italiano%20Berlusconi%202008.htm

martedì 1 luglio 2008

Ancora chiarimenti sul post del 30-04-2008


Vedi:



Ho avuto un confronto di persona col signor Bruno e siamo giunti alla conclusione che i suoi problemi finanziari sono duvuti alla presenza di Marte in sesta Casa e non per Venere in ottava. Lui crede nell'Astrologia e si è calcolato da solo a sua RSM 2007 la quale presenta Marte in sesta Casa in quanto lui è nato sicuramente dai 5 ai 10 minuti prima delle 13:40.


Riporto in questo post il grafico della sua RSM, decisamente poco mirata.

venerdì 6 giugno 2008

Chiarimenti per il Post del 30-04-2008

Nel Post del 30-04-2008 una persona che si fa chiamare Bruno, ha lasciato dei commenti e ha fatto delle affermazioni sull'Astrologia, sia in questi blog che in quallo di Ciro Discepolo.

http://sergioberti.blogspot.com/2008/04/duello-astrologia-astronomia-parte_30.html

Ho avuto molti scambi di e-mail con lui e alla fine ha dato la seguente risposta:

"Non mi sono fatto una cattiva opinione di Lei, molte volte ho dovuto rendere conto di quanto io, in prima persona, ho affermato a miei amici e conoscenti. Mi creda, comprendo perfettamente la Sua situazione, soprattutto perché io stesso ho avuto i medesimi dubbi. Purtroppo le cose si complicano quando si tratta una problematica esistenziale, cioè, una problematica che stimola interesse e/o preoccupazioni in modo costante nell'intera esistenza. Nel mio caso (ne ho parlato ampiamente del blog di Ciro Discepolo) il mio problema esistenziale è l'amore, e Le garantisco che in tale problematica ho avuto dubbi molto maggiori dei Suoi.

Purtroppo, non è detto che i pianeti assecondino i le nostre aspettative, perché agiscono a volte in modi imprevisti, e a volte di conseguenza a dei nostri comportamenti dettati dall'inconscio.

Per tanto, non è detto che la fortuna nel denaro dovuta a una venere in ottava si debba necessariamente manifestare con un aumento dell'ingesso di denaro o una diminuzione delle uscite. L'esempio più semplice che posso dare è quello della persona con il vizio del gioco: a una persona così una venere in ottava può comportare una vincita, ma quasi sicuramente tale vincita non appagherà mai la sua voglia di vincere. Per tanto,vedendo che la fortuna è dalla sua parte, continuerà a giocare somme di denaro per vincere ancora di più, ma il risultato sarà un fallimento che metterà in ombra la fortuna che c'è stata all'inizio.

Nel Suo caso non credo si tratti di vizio, ma, da quanto ho letto dalle Sue e-mail, credo che la Sua natura sagittario (mi riferisco a sua nona casa radix) abbia contribuito molto a farLe sottovalutare le problematiche economiche che si sono presentate. Purtroppo, nella vita non bisogna mai dare niente per scontato e non bisogna mai abbassare la guardia.

Il problema di fondo sta nel dualismo tra libero arbitrio e influenze astrali e tale dualismo genera di fatto un dissidio che interessa quotidianamente ogni astrologo o studioso di astrologia. Personalmente mi sono reso conto che a volte è meglio lasciar fare agli astri senza imporre troppo la propria volontà, mentre altre volte è meglio agire nel modo più volitivo e deciso possibile.

In oltre si devono considerare dei meccanismi che se modificati scatenano reazioni imprevedibili. Mi riferisco a quei meccanismi che supportano le caratteristiche della libido individuale. Nel Suo caso il gestire il denaro in una certa maniera avrà sicuramente comportato abitudini, capacità e abilità specifiche che difficilmente potranno essere rivolte verso altre attività. Per tanto, un consiglio come quello di smettere di giocare in borsa, per lei significa sicuramente una serie di piccoli e grandi cambiamenti che La inducono a situazioni alle quali Lei non potrebbe essere preparato.

Le ricordo nuovamente che Lei è interessato da un transito di Saturno su Plutone Radix e dato che Lei si interessa allo studio dell'Astrologia, si studi anche i tempi di tale transito. Ma oltre a questo transito si studi anche Plutone in transito al MC Radix, e Nettuno sulla cuspide della dodicesima e in opposizione alla Luna radix. Le consiglio vivamente di interessarsi anche ai problemi economici degli altri, di qualche amico, parente, socio o conoscente, e vedrà che anche se penserà meno a giocare in borsa non se ne resterà mai con le mai in mano o con la preoccupazione di cosa fare e non fare.

Invece di sottovalutare gli astri, le consiglio di dare loro fiducia e vedrà non troverà più motivo per lamentarsi.

In ogni caso, vorrei far notare che i soldi spesi per un immobile sono sempre investiti bene. Anche le spese di ristrutturazione credo siano un investimento, in quanto se non vengono fatte, l'immobile viene svalutato in modo pesante. Ma sono convinto che se Lei si impegna potrà trovare il modo usare in modo proficuo i propri beni.
"

Io comprendo realmente i dubbi di Bruno, in quanto l'Astrologia è una conoscenza di un dinamismo di molteplici simboli e non è facile comprenderla a fondo. O meglio, non è facile comprendere in che modo i simboli si intrecciano nella realtà oggettiva di una persona.

Con quanto ho appena scritto, sembra quasi che stia confermando la tesi del Prof. Giuseppe Longo, secondo la quale l'Astrologia si basa su fatti ambigui.

In realtà, tolte le fissazioni e le bugie delle persone, e quando realtà dei fatti viene esposta come si deve, dell' ambiguità non ci può essere traccia.



giovedì 15 maggio 2008

Previsione per Silvio Berlusconi e il suo Governo

Come indicato nel mio post precedente, i momenti di difficoltà per il Governo Berlusconi non mancheranno.
Ulteriore conferma di quanto ho scritto, viene dall'analisi dei transiti planetari sul Cielo Natale del Cavaliere.
Da fine agosto 2008, il Presidente del Governo sarà interessato da dei transiti molto pesanti che creeranno sicuramente delle crisi, sia personali che pubbliche.

Da agosto Saturno entrerà in stretta opposizione alla Luna Radix, e per diversi mesi sarà congiunto al Nettuno Radix (in dodicesima Casa, cioè la Casa delle prove), in opposizionse alla congiunzione Luna-Saturno Radix e in quadratura a Giove.
A metà ottobre tali transiti saranno particolarmente pesanti.
Anche il mese di dicembre 2008 vedrà dei transiti di Sole, Marte e Plutone in quadratura all'Ascendente e al Sole Radix.

Se il Cavaliere trascorrerà il proprio prossimo compleanno in Italia, nei giorni attorno Natale 2008 (in particolare a S.Stefano, 26-12-2008) rischierà di avere una fortissima opposizione politica e non solo: altri problemi con la giustizia sono probabili. Ma non si escludono dei veri e propri attentati (anche mafiosi) alla sua persona.

martedì 13 maggio 2008

Previsione per il Governo Berlusconi


Caratteristiche astrologiche del Governo Berlusconi 2008
Il Governo Berlusconi è nato giovedì 8-05-2008 tra le ore 17:00 e le ore 17:30.
Per determinare l'orario di nascita di un governo, c'è da definire se esso nasce nel momento in cui giura il Primo Ministro oppure quando giurano tutti i ministri. Per tanto vengono riportati in seguito di grafici eretti, uno per le ore 17:00(inizio della cerimonia di giuramento) e uno per le 17:30 (che corrisponde più o meno alla fine della cerimonia).

Questo governo è nato con l'ascendente nel segno della Bilancia, il Sole in Toro e in ottava Casa e la Luna in Cancro e in nona Casa. Venere è in Toro e sulla cuspide dell'ottava Casa, Mercurio è in ottava (forse cuspide nona), Marte in decima Casa e cuspide Cancro-Leone, Saturno in undicesima, Plutone in terza Casa, Giove in quarta, Nettuno sulla cuspide della quinta e Urano sulla cuspide della sesta.
Le posizioni dell'Ascendente (in Bilancia), Venere (in Toro e tra settima e ottava), di Sole (in Toro e in ottava) e Mercurio (in Gemelli e in ottava), conferiscono buone capacità economiche e diplomatiche indispensabili per l'attuale situazione sia economiche, sia del mercato petrolifero.
Giove in quarta Casa e Luna in Cancro favoriscono la politica interna, le ristrutturazioni e le nuove costruzioni. Le nuove leggi sul patrimonio immobiliare saranno giuste e vantaggiose per la popolazione. Sono probabili delle ristrutturazioni per abbellire la sede parlamentare.
Le insidie di questo Cielo Natale non sono poche e si riferiscono dall'opposizione di Plutone alla Luna (Plutone in terza e Luna in Nona), Marte in decima, Saturno in undicesima, Nettuno in quinta e in quadratura al Sole.
L'opposizione di Plutone alla Luna creerà forti tensioni nella politica estera e data la presenza di Marte in decima, si respirerà aria di guerra. A causa di Saturno, le vecchie alleanze, sia in politica interna ma sopratutto in politica estera, o si consolideranno o entreranno in un momento di crisi profonda.
L'ambivalenza tra politica interna (quarta casa) e politica estera (nona casa) creerà terreno fertile per le spinte secessioniste della Lega, per tanto ci sarà un aumento del "razzismo" tra nord e sud, e il governo dovrà combattere per ristabilire un'armonia nazionale. Questa armonia in qualche modo ci sarà, anche se non mancheranno episodi molto violenti.
In politica estera ci sarà un ridimensionamento dei rapporti tra Italia e USA, in quanto l'Italia vorrà far valere la propria importanza diplomatica. Per tanto una parte dell'america e degli altri stati diverranno ostili al governo italiano.
In ogni caso il governo italiano saprà dimostrare grandi capacità diplomatiche per ristabilire la pace in qualsiasi tipo di conflitto, sia che lo riguardi direttamente che indirettamente.
La posizione di Plutone comporterà grossi problemi col giornalismo, i giornali, gli enti di telecomunicazioni e di trasporti. Ci saranno querele e denuncie per false notizie, anche riguardanti la Borsa e il petrolio.
I valori Toro favoriscono la televisione e l'immagine in genere.
Nettuno e Urano in quinta (Nettuno in quadratura al Sole) suggeriscono problematiche riguardanti il sesso, il gioco sopratutto clandestino e attività ludico-ricreative. La quinta casa può riguardare l'insegnamento, e considerando l'opposizione tra Luna e Plutone tra terza e nona, la politica relativa all'istituzione scolastiche sarà quella maggiormente penalizzata o nella quale ci saranno i maggiori errori e ingiustizie.
Probabilmente i transiti di Saturno, Urano e Nettuno, con il supporto di Marte saranno in grado identificare i momenti di crisi e di possibile dimissione del Governo.
Si è detto che questo governo sarà a favore della pari opportunità per Uomini e Donne: L'emancipazione della Donna avverrà in un clima di equilibrio, ma l'aspetto Luna-Plutone celerà tensioni nella società italiana che non mancheranno a manifestarsi. In politica estera, il governo italiano agirà per la protezione della Donna nei paesi fortemente maschilisti.
Previsione
Prima Rivoluzione Lunare dal 05-06-2008 al 02-07-2008
Ascendente in settima;
Sole, Venere e Mercurio in seconda;
Marte e Saturno in quinta;;
Giove in Decima;
Opposizione Luna-Plutone tra terza e nona;
La rivoluzione è positiva sia dal punto di vista legislativa che finanziario. L'opposizione Luna-Plutone della rivoluzione darà un'idea di come si manifesterà lo stesso aspetto presente nel Cielo Natale. Allo stesso modo, Marte e Saturno in quinta, daranno un'idea delle problematiche del Cielo Natale relative a Nettuno e Urano in quinta.
Seconda Rivoluzione Lunare dal 02-07-2008 al 29-07-2008
Ascendente in prima;
Stellium con Sole in nona;
Marte e Saturno in undicesima;
Questa rivoluzione non è positiva, sopratutto perchè concorda con i transiti (Marte e Saturno in undicesima), il governo riceverà il primo attacco e farà la prima mossa sbagliata. Ci saranno avvenimenti in politica estera non solo negativi.
Terza Rivoluzione Lunare dal 29-07-2008 al 26-08-2008
Ascendente in settima;
Stellium in quinta;
Marte e Saturno in sesta;
Giove in decima;
Rivoluzione sopratutto negativa. Il periodo interessa le vacanze estive, per tanto ci saranno incidenti e forse malesseri di onorevoli in vacanza.
Il 17-08-2008 è una data intercettata dal programma Astral Detector di Ciro Discepolo:
http://cirodiscepolo.blogspot.com/2008/05/la-prima-previsione-si-gi-avverata.html
I transiti rivelano Marte in dodicesima e in quadratura a Luna e Plutone, Saturno in quadratura a Mercurio: tutta la negatività dell'opposizione Luna-Plutone del Cielo Natale si esprimerà in piena evidenza. La stampa pubblicherà notizie negative nei confronti del governo e l'opposizione pretenderà le dimissioni del Presidente.
Quarta Rivoluzione Lunare dal 26-08-2008 al 22-09-2008
(in data 10/08/2008 ho corretto la data 26/08/2008 perchè avevo scritto 26/07/2008 il resto non l'ho modificato, ma i miei post li ho inseriti anche nei commenti e i commenti non possono essere modificati)
Gran brutta rivoluzione, sia la Rivoluzione Lunare che i transiti, presentano cattivi aspetti di prima casa, il che vuol dire clima incandescente, e si dovranno tenere l'occhio i giorni prima e dopo il compleanno del Presidente Berlusconi, il quale avrà anche problemi personali. Momento critico!
Quinta Rivoluzione Lunare dal 22-09-2008 al 19-10-2008
Questa Rivoluzione è meno brutta della precedente e interessa la seconda data intercettata dal programma Astral Detector di Ciro Discepolo, 13-10-2008:
http://cirodiscepolo.blogspot.com/2008/05/la-prima-previsione-si-gi-avverata.html
In questo periodo inizia l'opposizione di Saturno a Urano Radix e considerando Marte, Mercurio e Venere in undicesima, si potranno testare le capacità diplomatiche e politiche del governo. Il transito del Sole all'Ascendente metterà in primo piano il Presidente.



giovedì 8 maggio 2008

Un esempio di Sicronicità


Ho deciso di spedire una lettera al professor Giuseppe Longo nella quale gli riferisco i pareri esposti in questo blog.






E guarda caso nello stesso giorno e con un'ora di differenza è nata Apotlesma, un'associazione per la difesa della conoscenza astrologica:
http://cirodiscepolo.blogspot.com/2008/05/nata-apotlesma.html

La coincidenza non è stata concordata ed è da rilevare il fatto che io ho delegato un'altra persona il compito di spedire la raccomandata.

lunedì 5 maggio 2008

"Duello" Astrologia / Astronomia - Parte Nona -



Per concludere le considerazioni sul confronto tra Ciro Discepolo il professor Giuseppe Longo e sugli argomenti da loro trattati, mi sembra importante comprendere quanto il Dr Pasquale Foglia ha voluto sottolineare:
Pasquale Foglia: Mi complimento, invece, perché è stato un dibattito molto interessante. Sono amico di Ciro Discepolo e quindi tralascio la parte astrologica, anche se mi complimento con Ciro per il modo in cui ha dibattuto i suoi argomenti. Però sono anche un ammiratore del professore Longo, e quindi mi complimento anche con lui, innanzitutto per la cravatta (risate e applausi fra il pubblico: la cravatta del prof. Longo ha delle simpatiche lune disegnate su di uno sfondo a tinta unita, NdR), per la cravatta, perché effettivamente è il simbolo classico dell’Astrologia. A parte la battuta, che serve proprio per riscaldarci un po’…
Giuseppe Longo: Mi fa piacere che se ne sia accorto, perché non era messa a caso.
Pasquale Foglia: Il professore Longo ha parlato di una cosa interessantissima, ha parlato degli elettroni. Praticamente, quando l’Astrologia porterà argomenti validi, come ad esempio l’atomo e gli elettroni, allora, l’Astrologia diventerà una scienza, sarà qualche cosa di eccezionale. Benissimo, allora auguriamoci che qualche genialoide, qualche psicologo, astrologo, che so io, riesca a dimostrare che nei processi di ossidoriduzione, quando si mescolano due sostanze, una si ossida e l’altra si riduce, magari ci dimostrerà, per esempio, che quando il Capricorno viene attratto da una donna del Cancro, o viceversa, allora avviene un processo di ossidoriduzione, per cui la sostanza della persona che si ossida (è una battuta, naturalmente) e quindi cede energia, perché gli elettroni sono energia, di conseguenza quella persona sarà succube del suo partner… non è una battuta! Ma il mio discorso e il mio intervento verte su un altro argomento.
Giuseppe Longo: Guardi, lei ha colto esattamente lo spirito, è stato fatto un uso distorto, forse, di alcune cose che dicevo, ma è esattamente così, cioè, in questo momento (però c’è un “Caveat” a questa cosa), in questo momento l’Astrologia non ha nulla a che fare con la scienza. Può essere che di qua a cent’anni qualche fatto… (io ho i miei dubbi, ma questa è una posizione fideistica, in questo non sono lo scienziato Giuseppe Longo, questa è semplicemente una posizione fideistica), che di qua a cent’anni emerga qualche fatto nuovo 42 che porti a una cosa del genere. La mia posizione, basata su tutto quello che so di altre cose, è che questo è fondamentalmente impossibile. Però c’è un altro problema: che l’Astrologia, come diceva prima, anche l’epoca pre-babilonese, però, una volta era confusa con l’Astronomia. Ad un certo punto, se si sono separate, uno si deve chiedere: Keplero credeva ad entrambe, perfetto, Newton credeva più all’alchimia che all’Astrologia, credeva nell’Astrologia, ma Albert Einstein, che fesso non era, per quale motivo non credeva all’Astrologia? Cioè, c’è stata una separazione, c’è stata una chiusura, ed è una chiusura dovuta al fatto che l’Astrologia non funzionava. Tutto qua, le posso assicurare che se una cosa funziona, la scienza la fa sua e su questo non ho alcun dubbio.
Pasquale Foglia: Sono d’accordo con il professore Longo, ma la realtà qual è? Noi adesso assistiamo ad un dibattito Astronomia-Astrologia, lasciamo stare un attimo questa cosa e guardiamo in una sala operatoria, troviamo l’anestesista, troviamo il chirurgo, troviamo il… Praticamente, il problema dove sta? Sta nell’eccessiva specializzazione delle materie che porta alla divisione, perché nessuna scienza è esaustiva, nessuna persona stessa può risolvere i problemi dell’umanità, e soltanto l’unione delle forze, come in una sala operatoria, riesce a risolvere il problema. Allora, nel momento in cui due persone si scontrano, avviene che una persona vuole prevaricare l’altra, ma la realtà è che ci dimentichiamo di una cosa, che il nemico è proprio il proprio maestro. Ma a parte questo voglio dire un’altra cosa ancora: cosa ne pensa lei del cervello destro e del cervello sinistro? Lei, in questo momento, come scienza, rappresenta il cervello sinistro, cioè la parte razionale e la parte logica, allora lei, praticamente, l’altro cervello non lo usa proprio, della parte irrazionale che ne facciamo? Allora, uccidiamo tutti gli impostori, gli astrologi, gli psicologi i sociologi, tutta questa gente che non dice verità perché non usa gli elettroni. Insomma, andiamoci piano, perché praticamente il discorso è questo, che noi non abbiamo soltanto il cervello sinistro, non abbiamo soltanto la scienza dentro di noi, ma abbiamo anche una parte irrazionale che è molto importante e non può certo essere buttata via. Grazie.
Quanto espresso dal Dr Pasquale Foglia non è altro che la conseguenza dell'incapacità, insita nella natura umana, di comprendere e definire il confine tra razionale e irrazionale, tra scientifico e non scientifico. Ma questa incapacità non divide solamente gli astrologi tagli scienziati, ma divide dirittura gli astrologi stessi: in fatti esistono molte scuole di Astrologia, ognuna delle quali rivela conoscenze diverse.
Chi scrive sostiene senza ombra di dubbio che l'Astrologia sia un'arte che trae le sue conseguenze da fenomeni fisici e matematici. Ma un'altra persona che studia l'Astrologia può avere opinioni diverse, in quanto l'insieme di fenomeni fisici legati all'astrologia non sono ancora definiti.
Ma in sostanza, l'unico modo di capire se l'Astrologia ha valore o no è quello di entrare in contatto con un astrologo e giudicare cosa egli dice. Non vi sono altri modi!

venerdì 2 maggio 2008

Definizione e Principi Fondamentali dell'Astrologia: "Duello" Astrologia / Astronomia - Parte Ottava -


Definizione e Principi Fondamentali dell'Astrologia

Cotterell scrive nei suoi libri:"Nel 1946 la RCA, la Radio Corporation of America, affidò all'ingegnere John Nelson l'incarico di indagare le cause delle vampate nella speranza di poterle in futuro prevedere e quindi di anticipare le conseguenze dannose. Nelson studiò le posizioni dei pianeti in relazione alle condizioni tempestose sulla superficie del sole e determinò che queste, nel 93,2 % dei casi, erano legate ai disturbi. Dimostrò che tutti i pianeti influenzano il sole, ma che Mercurio, il più vicino al sole, aveva la maggior influenza. Questo sembra confermare le affermazioni degli astrologi secondo cui le posizioni dei pianeti al momento della nascita sono strumentali alla personalità del bambino; i pianeti causano tempeste e scoppi solari, le particelle bombardano la terra, prolungano o accelerano il momento del parto. In questo modo la personalità del bambino, positiva o negativa, sembra essere correlare alle emissioni solari".("Le profezie di Tutankhamon", Corbaccio ed. pag 338)Non solo i pianeti influenzano l'attività del sole creando i cicli delle macchie solari e le relative perturbazioni, ma molto probabilmente influenzano anche il vento solare. Considerando che il magnetismo solare influenza il campo magnetico terreste e che il campo magnetico terreste comporta mutazioni genetiche negli embrioni, è sicuramente possibile affermare che al momento del concepimento le posizioni astrali determinano le caratteristiche dell'uomo che si evolverà dall'embrione. Cotterell dimostra come il campo magnetico della terra al momento della nascita sia in analogia al campo magnetico terrestre al momento del concepimento, per tanto è giusto affermare che esiste una validità sull'interpretazione di un Cielo Natale eretto per l'orario di nascità.
Quanto sopra affermato non contraddice i fenomeni della risonanza e della memoria dell'acqua esposti da Ciro Discepolo come possibili spiegazioni scientifiche dell'Astrologia.
http://sergioberti.blogspot.com/2008/04/razionalizzazione-scientifica.html

Ma c'è da notare che Maurice Cotterell, non è un astrologo e per questo nelle sue teorie ci sono dei punti deboli. Nel presente sito riporto le sue principali considerazioni in merito all'Astrologia:
http://www.alphaeomega.it/astrologia.alphaeomega.it/Astrogenetica.htm

E' da tenere presente che affermare che la rotazione del quadripolo equatoriale del Solare sia la causa delle caratteristiche dei segni Zodiacali può essere un'affermazione priva di validità e forse in contrasto con gli insegnamenti dei più grandi astrologi. A parte questa considerazione, le ricerche di Cotterell sembrano avere uno sfondo di validità.
Ma è bene considerare le opere dei grandi astrologi per poter giungere a conclusioni corrette.
Nel "Trattato Pratico di Astrologia" di André Barbault (ed. Astrolabio), a pagina 17, si può leggere:
"La pratica dell'astrologia si basa sull'interpretazione della carta del cielo alla nascita di un individuo. [...]
Se ci si immagina il cielo come un teatro di operazioni nel quale si svolgono alcuni fenomeni identificabili, è necessario inquadrarlo in modo preciso. Per l'astronomo, questa volta stellata che si offre allo sguardo dello spettatore terrestre è innanzi tutto una sfera di raggio infinito, che circonda la Terra. Le distanze reali che separano tra loro gli astri, e che li allontanano dal nostro pianeta, non hanno importanza: si ammette che tutti gli astri - luminari (Sole e Luna), pianeti e stelle - siano ripartiti su una sfera ideale, dal raggio indeterminato, il centro della quale è il luogo da cui si osserva (luogo di nascita, nell'oroscopia). Ecco ciò che si chiama la sfera celeste."

La Carta del Cielo non è altro che la rappresentazione bidimensionale su un foglio, di come sono collocati i pianeti al momento in cui nasce una persona. In base a queste posizioni l'astrologo esegue una interpretazione dei simboli zodiacali e planetari.
Bisogna soffermarsi sul concetto dell'istante della nascita, cioè sul "qui e ora" a cui Ciro Discepolo si riferisce sempre nei suoi libri. E per comprendere cosa si intende per "qui e ora" è utile rifarsi alla teoria di Frederick Perls.

La terapia della Gestalt (cioè della forma) nasce intorno al 1950 ad opera di Frederick Perls, con la collaborazione di R. Hefferline e P. Goodman.
Fondamenti teorici della Terapia della GestaltI principali fondamenti teorici della terapia della gestalt derivano dalla psicologia della forma. In particolare, Perls deriva dalla teoria del campo di Kurt Lewin, il principio secondo il qualeL´individuo è inevitabilmente, in ogni momento, parte di qualche campo. Il suo comportamento è una funzione del campo totale, che comprende lui e l´ambiente. (Perls, 1973, p.27)La spiegazione circa le dinamiche interagenti nel campo è arricchita da Perls mediante il riferimento al principio di autoregolazione organismica di Kurt Goldstein (secondo il quale tra individuo e ambiente c´è una continua negoziazione tesa all´attualizzazione delle risorse potenziali e al raggiungimento della situazione ottimale dal punto di vista del riequilibrio energetico), e agli studi sulla dinamica figura-sfondo. Studi, che Rubin aveva condotto nel campo della percezione visiva e che Perls traspone in campo psichico per spiegare il processo attraverso il quale l´individuo percepisce gli elementi più rilevanti in un dato momento nel campo come l´emergere di una figura sullo sfondo. La configurazione del campo individuo-ambiente, dunque, dipende dall´equilibrio che si stabilisce tra le forze di attrazione e repulsione che, in un dato momento, attraversano il campo, sia in direzione degli elementi esterni all´individuo che in direzione di quelli del suo mondo interiore.Ogni qual volta l´individuo percepisce un bisogno, o un elemento esterno verso il quale è "caricato" energeticamente (sia in senso positivo che negativo) si presenta a lui, l´equilibrio del campo viene sconvolto: una gestalt si apre e chiede di essere conclusa. Se l´individuo sarà capace, di volta in volta, di identificare i suoi bisogni dominanti, che emergono come figure sullo sfondo, e di instaurare con l´ambiente il contatto più adeguato per la loro soddisfazione, allora l´equilibrio sarà ripristinato, la gestalt potrà essere conclusa, e l´individuo sarà pronto per nuove esperienze, nuovi contatti con l´ambiente, nuove gestalt. Se, invece, il processo omeostatico fallisce, perché l´individuo non è stato capace di identificare i suoi reali bisogni, o perché non ha saputo stabilire con il suo ambiente un contatto adeguato, la gestalt non si chiude, rimane inconclusa; e una gestalt inconclusa pone continue interferenze al flusso di scambi tra l´individuo e l´ambiente, determinando una certa fissità nelle modalità con cui questi manipola e interagisce con l´ambiente stesso. L´elemento che differenzia maggiormente l´individuo sano da quello nevrotico è, infatti, per Perls proprio l´elemento di mobilità. Un modello sano di funzionamento prevede, dunque, un continuo, armonico e ritmato processo di apertura e chiusura verso l´ambiente, o come direbbe Perls, di contatto e ritiro:Se il contatto è troppo prolungato diventa inefficace o doloroso; se il ritiro è troppo prolungato interferisce nei processi vitali. Contatto e ritiro, in una struttura ritmica sono, sono i mezzi per soddisfare i nostri bisogni, per continuare i processi costanti della vita stessa. (Ibidem, p.33)

All'istante della nascita, ogni individuo rispecchia la caratteristiche del "campo" simboleggiato dai simboli astrologici di quel preciso istante. Poi nel corso della vita i pianeti si spostano, quindi ogni persona si troverà in ogni istante immerso in un "campo" sempre diverso e in continua mutazione. Tale mutazione è dovuta ai transiti planetari (appunto, allo spostamento dei pianeti) e all'alternarsi delle Rivoluzioni Solari.
Ma ritornando all'istante ci sono da tenere in considerazione le contestazioni avanzate dal CICAP, Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale, nei confronti dell'Astrologia:
http://www.cicap.org/new/articolo.php?id=100017

8. Se l'influenza astrologica è trasportata da una qualsiasi forza nota, perché sono i pianeti ad avere l'effetto maggiore? Se gli effetti dell'astrologia possono essere attribuiti alla gravità, alle forze di marea, o al magnetismo (ciascuna di queste cause è invocata da una scuola diversa), anche uno studente di fisica alle prime armi può eseguire i calcoli nacessari per stabilire che cosa realmente influenzi un bambino appena nato. Questi calcoli sono stati eseguiti per molte diverse situazioni nel volume di Roger Culver e Philips Ianna Astrology: True or False. Per esempio, risulta che l'ostetrica che assiste il bambino possiede un'attrazione gravitazionale che è sei volte quella di Marte, e una forza di marea duemila miliardi di volte più intensa. Infatti l'ostetrica possiede certamente meno massa di Marte, ma è enormemente più vicina al bambino. 9. Se l'influsso astrologico è trasportato da una forza ignota, perché questa è indipendente dalla distanza? Tutte le forze ad ampio raggio d'azione che noi conosciamo nell'universo diventano sempre più deboli con l'allontanarsi degli oggetti. Ma, come ci si potrebbe aspettare in un sistema geocentrico costruito migliaia di anni fa, le influenze astrologiche non dipendono affatto dalla distanza. L'importanza di Marte nel vostro oroscopo è la stessa, sia che il pianeta sia della stessa parte del Sole insieme con la Terra, sia che si trovi sette volte più lontano dal lato opposto. Una forza che non dipende dalla distanza sarebbe una scoperta rivoluzionaria. 10. Se gli influssi astrologici non dipendono dalla distanza, perché non esiste un'astrologia delle stelle, delle galassie e dei quasar? L'astronomo francese Jean Claude Pecker ha osservato che gli pare segno di chiusura mentale degli astrologi il limitare la loro attività al nostro sistema solare. Miliardi di stupendi corpi celesti in tutto l'universo sommerebbero il loro influsso a quello dei nostri esili e piccoli Sole, Luna e pianeti. Un cliente il cui oroscopo ometta gli effetti di Rigel, della pulsar del Granchi e di M31, ha veramente ricevuto indicazioni complete?

Prima di tutto c'è da ribadire che l'Astrologia si fonda su simboli, i quali hanno valore spirituale e psicologico e che questo aspetto non ha niente a che vere con la scienza, tanto che è assurdo definire l'Astrologia una scienza. Ma sicuramente vi sono delle influenze fisiche che intervengono nel corpo dei neonati.
Cotterell ha dimostrato come le orbite planetarie influenzino l'attività del Sole e sul vento Solare. Ma a parte questo non ha senso dire " anche uno studente di fisica alle prime armi può eseguire i calcoli necessari per stabilire che cosa realmente influenzi un bambino appena nato" in quanto la nascita di una bambino è un fenomeno che avviene in natura senza il completo controllo dell'uomo. L'influenza del Sole, della Luna e dei pianeti non è prodotto da un esperimento di laboratorio, ma sono presenti in natura e basta.
Se si leggono i testi degli scienziati del giorno d'oggi si può benissimo comprendere che le conoscenze fisiche attuali non sono in grado di spiegare tutti i fenomeni. Gli scienziati sono consapevoli di questo perché sono tutt'oggi alla ricerca di formule matematiche che comprendano la teoria della relatività, la meccanica quantistica, i campi elettromagnetici e tutte quelle formule matematiche descrivono dei fenomeni, ma che sono incoerenti tra loro.
La verità è che non c'è coerenza tra le varie teorie fisiche. Lo stesso Einstein ha dovuto elaborare la Teoria della Relatività Generale nel 1915, in quanto la Teoria della Relatività Ristretta (1905) non comprendeva la gravitazione, cioè la presenza della massa nella coordinate spazio-tempo (alla base della Teoria della Relatività Ristretta). Einstein ha continuato a lavorare per il resto della sua esistenza, per scoprire un'ulteriore teoria che comprendesse tutti gli altri fenomeni fisici, ma non ci riuscì. Allo stesso modo, tutt'oggi, sono allo studio delle teorie che però non hanno trovato riscontri.
Pertanto, neanche i Premi Nobel per la fisica sono in grado di definire tutti i fenomeni che avvengono nell'Universo e come questi fenomeni possono influenzare la grande quantità di tipi di onde elettromagnetiche e onde radio emesse dal Sole.
In oltre Einstein elaborò una teoria che negli anni '90 trovò, secondo lo Speciale della rivista Newton N°3 2006 pagg 52-53, riscontro nella pratica: "Infatti Einstein aveva ipotizzato un esperimento teorico secondo cui le informazioni sullo stato di particelle lontane possano essere ricevute all'istante annullando qualsiasi distanza spazio-tempo".
Ma non è tutto, in base a un famoso teorema dimostrato nel 1964 dal fisico irlandese John Stewart Bell (che è considerato da molti esperti nel campo dei fondamenti concettuali della meccanica quantistica come il più importante recente contributo alla scienza), un’esperienza avvenuta nel passato tra due particelle subatomiche crea tra di esse una forma di “connessione” per cui il comportamento di ciascuna delle due condiziona in modo diretto ed istantaneo il comportamento dell’altra indipendentemente dalla distanza che le separa. Per esempio, nel caso di due particelle subatomiche inizialmente accoppiate e che poi vengono separate e allontanate l’una dall’altra, se ad un certo istante invertiamo il senso di rotazione (chiamato dai fisici con il termine “spin”) di una delle due, in quello stesso istante anche l’altra inverte il suo senso di rotazione, indipendentemente dalla distanza che separa le due particelle. Ai giorni nostri, non è stata trovata ancora alcuna contro-argomentazione significativa in grado di mettere in discussione la validità del teorema di Bell. Tutti gli esperimenti effettuati finora – e particolarmente significativi sono, in questo senso, gli esperimenti di Alain Aspect (1981) al laboratorio di ottica di Orsay, di Yanhua Shih (2001) dell’Università del Maryland e di Nicolas Gisin (2003) dell’Università di Ginevra – hanno confermato il risultato ottenuto da Bell, vale a dire che la non località deve essere considerata una caratteristica fondamentale e irrinunciabile del mondo microscopico, che le particelle subatomiche sono capaci di comunicare istantaneamente a prescindere dalla loro distanza. La comunicazione istantanea, l’intreccio tra le particelle subatomiche – effetto noto anche con il termine tecnico di “entanglement quantistico” - può essere considerato uno dei più grandi misteri della conoscenza umana: pur essendo un fenomeno osservabile e ripetibile, non sembra avere una chiara spiegazione logica.
Il Premio Nobel 1998 Robert Laughlin ipotizza qualcosa di molto più sconcertante: l'universo è in stretta relazione con lo spirito umano! Lo afferma nel suo libro "Un Universo Diverso, Reinventare la fisica da cima a fondo".

mercoledì 30 aprile 2008

"Duello" Astrologia / Astronomia -Parte Settima -


A proposito di statistiche c'è da fare un'ulteriore precisazione, per la quale riporto un articolo pubblicato nel sito del CICAP:
http://www.cicap.org/new/articolo.php?id=102126

Comitato Italiano per il Controllodelle Affermazioni sul Paranormale
Il CICAP promuove un'indagine scientifica e critica nei confronti del paranormale.

L'Astrologia
Influenza degli astri: arriva una nuova smentita scientifica
Aarhus. Peter Hartmann, un ricercatore del dipartimento di psicologia dell'Università danese di Aarhus, ha condotto un particolare studio sui legami tra le caratteristiche dell'uomo e l'astrologia. Secondo lo studio ci sono poche, se non inesistenti, correlazioni tra le caratteristiche delle persone e i segni dello zodiaco.
Nella ricerca, pubblicata nel maggio 2006 nel numero di Personality and Individual Differences, Hartmann afferma: "Quando consideriamo i parametri standard scientifici e li rapportiamo ai segni dello zodiaco, emerge chiaramente che c'è pochissima, o forse nessuna, verità nei segni zodiacali. Questo non significa necessariamente che tutta l'astrologia sia priva di fondo di verità, ma solo che l'effetto dei segni zodiacali è quasi certamente irrilevante. Secondo la scienza corrente, c'è più verità nelle vignette comiche che nell'oroscopo settimanale, basato unicamente sui segni astrologici".
Per arrivare a questo rapporto Hartmann e i suoi colleghi hanno utilizzato l'analisi computerizzata e metodi statistici per studiare un possibile collegamento astrologico tra più di 15 mila individui, selezionati tra due diverse fonti.
La prima è stata lo studio sull'esperienza della guerra del Vietnam, che ha acquisito informazioni sull'intelligenza, la personalità e la data di nascita dei veterani. La seconda è stata uno studio sulla gioventù del 1979 che ha raccolto dati sull'intelligenza e la data di nascita di uomini e donne tra i 15 e i 24 anni. Se fosse esistita una connessione su un campione superiore al 5%, allora la teoria sarebbe stata considerata valida. Gli scienziati non hanno trovato nessuna relazione tra la data e l'ora di nascita di un individuo e la sua personalità. Comunque, la ricerca ha determinato che le persone facenti parte dello studio sul Vietnam nati tra luglio e dicembre erano leggermente più intelligenti (si parla di meno di un punto di Q.I.) rispetto ai nati tra gennaio e giugno.
Geoffrey Dean, uno studioso di astrologia, ha effettuato, poi, un'ulteriore ricerca su 2000 persone nate a pochi minuti di distanza dall'altra.
Lo studio, pubblicato sul Journal of Consciousness Studies, ha riguardato più di 100 diverse caratteristiche come il Q.I., l'ansietà, il carattere, lo stato sociale e civile. Dean è giunto allo stesso risultato del team di Hartmann: la data di nascita non influisce sulla personalità di un individuo.
I ricercatori, in ogni modo, sono del parere che una diversa forma di astrologia, più dettagliata, personalizzata e mirata, possa avere una qualche validità.



Anche il professor Giuseppe Longo si è pronunciato in merito alla difficoltà di definire l'intelligenza.
Da un punto di vista astrologico Ciro Discepolo, nel suo "Nuovo dizionario di Astrologia", Armenia Ed. dà le seguenti definizioni:



  • Intelletto: Buoni valori intellettuali hanno i segni d'Aria, un Mercurio dominante, gli aspetti (anche se dissonanti) Mercurio-Urano.

  • Intelligenza: Si può intendere in molti modi. A nostro avviso essa è la capacità di cogliere legami. In tal senso sono particolarmente intelligenti coloro che hanno Mercurio in Scorpione, in Ariete, in Gemelli, in Aquario o in forte aspetto, anche dissonante, tra Mercurio ed Urano.

Con dette definizione, si può ben comprendere che l'articolo del CICAP non ha alcun valore!

venerdì 25 aprile 2008

"Duello" Astrologia / Astronomia -Parte Sesta -

Il ciclamino è il fiore della diffidenza... per dire che si può essere diffidenti anche con eleganza.
La diffidenza espressa con gentilezza è proprio un'arte, proprio come gli exit pool (i quali hanno carattere statistico) elaborati per prevedere l'esito delle elezioni politiche. Il professor Giuseppe Longo ha affermato che le statistiche della Sorbona, non hanno validità perché non si possono elaborare dati certi se si studiano dati ambigui. E perché mai degli studiosi della Sorbona dovrebbero prestare attenzione a dati non affidabili? E se dovessero studiare dei dati "ambigui" (come li definisce il professore), non sarebbero in grado di accorgersi di eventuali anomalie?
Ciro Discepolo si è riferito a alle statistiche Gauquelin per i pianeti angolari. Nel caso del pianeta Marte si doveva verificare che tale pianeta fosse angolare nel momento della nascita di personaggi che dedicassero al propria vita ad attività marziane, come lo sport, la carriera militare, la lotta, ecc... e ne avessero un ottimo rendimento in senso di vittorie, promoziono, ecc...
Per pianeta angolare si definiscono quei pianeti che all'istante della nascita si trovano all'Ascendente, al Medio Cielo, al Fondo del Cielo e al Discendente, cioè, rispettivamente nel punto all'orizzonte dove sorge il sole (Ascendente) , il punto a mezzogiorno allo zenit (il punto sopra la nostra testa cioè il Medio Cielo), il punto opposto al Medio Cielo (Cioè il Fondo del Cielo che abbiamo "sotto i piedi" cioè a mezzogiorno dall'altra parte del globo terrestre), e il punto opposto all'Ascendente, cioè il punto al calar del Sole.
Non vi sono ambiguità di nessun tipo. ne nei dati di ingresso, cioè le posizioni planetarie, e i dati di uscita, cioè le attività delle persone considerate. Dire che vi sia ambiguità e che non vi sia validità, equivarrebbe a dire che una statistica che prende in esame le morti per tumore e che rileva che vicino agli inceneritori di immondizia vi è una percentuale altissima di decessi, non sia valida e che le morti non esistono.
Praticamente, non ha senso!
Il professor Longo ha detto che prima dell'incontro si è documentato in merito all'Astrologia. Ma su quali libri e di quali autori? Poi ha affermato che l'astrologia è stata dimostrata non valida: ma in base a quali studi e quali esperimenti? perché non sono state prese in esame le statistiche di cui parla Ciro Discepolo per dimostrare che l'astrologia non ha fondamenti scientifici? perché il professor Longo non ha detto niente dei dati di laboratorio a cui di è riferito Ciro Discepolo? Io penso che nessuno scienziato abbia mai perso un minuto per dimostrare che l'Astrologia non ha fondamento, e che il professor Giuseppe Longo non faccia altro che prendere in giro gli astrologi! E se il professore dubita del modo in cui sono stati raccolti i dati analizzati, allora la sua è diffidenza, la quale può essere comprensibile, ma in se stessa la diffidenza non ha alcun valore.
Nel caso degli exit pool la diffidenza collettiva ormai esiste, ma essa è giustificata da fatti evidenti: il voto è segreto e nessuno ha la certezza che le persone confidino veramente cosa scelgono nella cabina elettorale; in oltre ci sono una serie di altre considerazioni politico-socilali che non vale la pena prendere in esame in questa sede.

mercoledì 23 aprile 2008

"Duello" Astrologia / Astronomia -Parte Quinta -


Rita Levi Montalcini :“La creatività è la caratteristica essenziale delle attività cerebrali dell’Homo sapiens. Sia la scoperta scientifica che l’opera d’arte sono ovviamente il prodotto realizzato in quel formidabile complesso di sistemi e circuiti nervosi neocorticali così altamente sviluppati in individui della nostra specie. Con l’istruzione si sconfigge l’ignoranza che è alle radici della povertà e della fame”.
Mi sembra significativo che un Premio Nobel come Rita Levi Montalcini, pur contrario alla divulgazione dell'Astrologia, non associ alla creatività e all'arte il termine "ambiguità".

"Duello" Astrologia / Astronomia -Parte Quarta-


La statistica é o non é una scienza? é o non é matematica?

La statistica può essere divisa in due campi di applicazione:

  1. statistica descrittiva: il suo obiettivo è ricavare da un insieme di dati raccolti in tabelle e grafici (troppo numerosi per poter essere esaminati singolarmente) alcune informazioni significative per il problema studiato, quindi si dice descrittiva in quanto descrive un determinato fenomeno;

  2. statistica inferenziale: il suo obiettivo è fornire metodi che servono ad imparare dall'esperienza, cioè a costruire modelli per passare da casi particolari al caso generale. Nella statistica inferenziale o induttiva, si usano anche tecniche del calcolo delle probabilità. Un esempio possono essere gli exit pool che vengono elaborati per prevedere chi vinceranno le elezioni politiche.

Ma esistono molte applicazioni della statistica per rilevare e indagare determinati fenomeni fisici o eventuali cause per precisi fenomeni. Per esempio se si rilevano le residenze delle persone malate di cancro, si potrà notare che esistono particolari concentrazioni in alcune zone. Una tale rilevazione può indirizzare alla ricerca delle cause che possono provocare il cancro. In fatti vicino agli inceneritori dei rifiuti, vi è un'alta concentrazione di malati di cancro, quindi si può dedurre che i prodotti degli inceneritori siano cancerogini.


Il professor Longo ha affermato che la statistica può essere un'arte... nel caso degli exit pool sicuramente questo è vero, ma allora dobbiamo cercare di capire in che modo vengono fatti e poi vedere come sono state eseguite le statistiche sull'astrologia alle quali si è riferito Ciro Discepolo.


Un un interessante link di lezioni di statistica:
http://podcast.spolitiche.unimi.it/podcast/stat/podcast.xml



In seguito vengono riportati gli elementi matematici fondamentali impiegati nei calcoli statistici.
Nel manuale di matematica "Il manuale di Matematica", di Lamberto Lamberti, Laura Mereu, Augusta Nanni, ed. ETAS libri, si può leggere:












































































































domenica 13 aprile 2008

"Duello" Astrologia / Astronomia - Parte Terza -


L'Astrologia è una interpretazione simbolica delle posizioni planetarie, cioè l'Astrologia traduce delle coordinate spazio-tempo in un linguaggio simbolico. Per tanto sono indispensabili le conoscenze astronomiche per definire le orbite planetari, e tali conoscenze scientifiche sono conosciute e usate sia dagli astronomi che dagli astrologi. Ciò che viene contestato dagli astronomi agli astrologi è il fatto che apparentemente non esistono fenomeni fisici che possano spiegare in che modo i pianeti siano legati in qualche modo a ciò che accade sulla Terra.
Per tanto, la discussione in esame, tra Ciro Discepolo e Giuseppe Longo, si dovrebbe concentrare su quell'insieme di fenomeni che permettono alle posizioni planetarie di influenzare la natura e il destino dell'uomo. Ma tale discussione doveva iniziare dai calcoli astronomici per definire le posizioni planetarie nel tempo, e finire nel momento in cui si arriva a prendere in considerazioni il simbolo.
In fatti il simbolo è un qualcosa che va ad di là di ciò che è misurabile scientificamente. Intendo dire che se è vero che il cuore umano è simboleggiato dal segno zodiacale del Leone e ad Sole, questo non significa che una volta che il Sole e il sistema solare finiranno la loro vita, il simbolo legato al cuore avrà fine. Non significa nemmeno che il simbolo legato al cuore finirà per quelle persone che, in un futuro remoto, usciranno dal sistema solare per esplorare lo spazio interstellare.
Da questo si può comprendere che esiste una realtà che esce dal dominio della razionalità e che non potrà mai essere definita scientificamente. Ciò non toglie che esistano fenomeni fisici che colleghino la vita dei pianeti a quella umana.
Ciò che rende affascinante l'Astrologia è che essa dà (o comunque darà, in un futuro non lontanissimo) non solo che esistono delle realtà parallele a ciò che è tangibile, razionale e misurabile, ma anche che esiste un legame e una relazione tra ciò che è razionale e scientifico, e ciò che è irrazionale.
Ho scritto che la affermazioni di Giuseppe Longo in merito all'inattendibilità scientifica dell'Astrologia sono prive di buon senso, ma è anche vero che il professore non ha alcuna colpa di questo, in quanto si è trovato inconsapevolmente di fronte a una realtà (cioè l'Astrologia) che non avrebbe potuto definire anche nel caso in cui lui fosse in possesso di tutte le conoscenze scientifiche, cioè, sia quelle già scoperte e quelle ancora da scoprire.
Conseguentemente a tutte le considerazioni che ho appena esposto, le seguenti parole del professor Longo non hanno senso: "quello che io voglio dire, con massimo rispetto per quello che sono le passioni, a me non costerebbe nulla divertirmi con l’Astrologia esattamente come fanno altre persone, quello che mi fa arrabbiare è quando l’Astrologia vuole avere un grado di verità, perché non la ha, così come non la hanno tante altre cose, soprattutto non ha un grado di verità scientifica, signori. La scienza è una cosa veramente, profondamente seria e, soprattutto, un’ultima cosa e poi veramente chiudo. C’è il discorso di fondo: la scienza è fatta di ricerca della verità".
Ma chi ha mai detto che la ricerca della verità dipenda solamente dalle conoscenze scientifiche? Queste parole del professor Longo, non sono solo totalmente prive di buon senso, ma sono offensive per tutte le altre forme di conoscenza sia diverse dalla scienza e l'Astrologia. Sembra ovvio supporre (per non essere in cattiva fede) che il professore fosse concentrato nell'attaccare l'Astrologia a non pensasse minimamente ad altri generi di conoscenze. In ogni caso si contraddice quando spiega la differenza tra scienze dure e scienze morbide e quando spiega la natura delle scienze umanistiche come la psicologia.

sabato 12 aprile 2008

"Duello" Astrologia / Astronomia - Parte Seconda -


L'Astrologia è una conoscenza alla quale si giunge solamente grazie e una adeguata esperienza personale, e l'unico modo per vivere tale esperienza personale è quello di saper giudicare la realtà oggettiva per mezzo del pensiero astretto, il quale deve essere libero da ogni pregiudizio e credenza sia personale che collettiva.


E' anche vero, però, che non è possibile giungere a una reale conoscenza astrologica solamente basandosi sul pensiero astratto, in quanto il risultato sarebbe quello di giungere a conclusioni fantasiose, se non fanatiche.


Pertanto non si possono giudicare negativamente tutti quei scienziati che non comprendono l'Astrologia e per questo la combattono, in quanto non sono ancora stati definiti con esattezza tutti i fenomeni fisici che la possono dimostrare scientificamente. In fatti Giuseppe Longo non ha minimamente ribattuto sull'affermazione di Ciro Discepolo, riguardante le prove di laboratorio, in quanto non ritiene nemmeno immaginabile pensare che possano esistere.

Anche in merito alla seconda tipologia di prove proposta da Ciro Discepolo, il professor Giuseppe Longo non ha controbattuto, evidentemente per il fatto che già in un suo precedente intervento aveva già affermato che la scienza ha dimostrato la non validità dell'Astrologia.

Dopo che il moderatore ha proposto una similitudine tra Astrologia e la previsione del cambiamento climatico, il professor Longo espone un proprio punto di vista molto significativo:

Giuseppe Longo: "Questa è una bellissima domanda, anche se, effettivamente, ha poco a che fare con l’Astrologia, cioè, una cosa sono i fenomeni intrinsecamente complessi e caotici, insomma sono due cose completamente diverse. Allora, la previsione meteorologica è un fenomeno che noi sappiamo essere deterministico. In questo momento non siamo in grado di risolvere il problema in modo deterministico, per un semplice motivo di intrinseca complessità del fenomeno, però, c’è una bella convergenza verso una stabilità dei risultati. Tutti noi ci ricordiamo che vent’anni fa le previsioni del tempo erano assolutamente inaffidabili, oggi sappiamo che sulle 24 ore le cose vanno molto meglio, sulle 48 ore comincia ad esserci un margine di errore del 70% e sulle 72 ore sono numeri al lotto, semplicemente perché nel frattempo si sono perfezionati i metodi di calcolo, si sono perfezionati i metodi di analisi e si ottiene una previsione molto più accurata. I fenomeni complessi quindi sono una cosa. Sono fenomeni che al momento non sono soggetti ad una descrizione deterministica, per il semplice motivo che, o ci sono troppe variabili in gioco, oppure le descrizioni matematiche che ci sono dietro sono troppo impegnative dal punto di vista computazionale, dal punto di vista del calcolo e non si riescono a fare. Il problema è un altro e vorrei riallacciarmi un attimo al discorso della statistica. Per le statistiche citate dal mio interlocutore, noi ne possiamo citare altre decine, che non è che abbiano maggiore o minore valore. Sono state fatte statistiche in cui si dimostra che non c’è correlazione tra temi natali e essere sposati felicemente o divorziati; che se uno prende 6.000 politici e 17.000 scienziati e fa i temi natali non si trova assolutamente nessuna correlazione. Addirittura altri hanno preso dei temi natali sviluppati per certe persone, li hanno invertiti, li hanno dati alle stesse persone e ci si sono riconosciuti dentro lo stesso. Allora, punto primo, bisogna capire bene esattamente che cos’è la statistica. Ogni giorno la troviamo sui giornali, questo governo ci sta dicendo che in realtà, malgrado l’euro venga di fatto cambiato a mille lire invece che a duemila lire, noi siamo un popolo più ricco, noi continuiamo ad avere un aumento del 3% della nostra ricchezza e però poi andiamo dal salumiere e non riusciamo a fare la spesa. Quella è statistica ed è fatta da statistici stupendi, ci sono professori universitari dietro che sono straordinari. Io non ho il complesso del professore universitario, tra i professori universitari ci sono anche degli emeriti imbecilli, ci sono anche i truffatori, ci sono anche gli speculatori, non è una difesa corporativa. Lo so perché lo faccio per lavoro, io mi occupo di riduzione dati, di analisi dati, quindi so benissimo che tiro fuori quello che voglio, a seconda di quello che passo in ingresso. Se io passo un insieme di dati a uno scienziato, presi in un certo modo, controllati in certo modo, quello scienziato può tirarne fuori qualunque tipo di conclusione, perché la statistica, diciamocelo francamente, non è una scienza ancora, ma è un’arte quasi. Quindi, che uno prendendo dei dati in ingresso tiri fuori delle conclusioni, dico “va bene, e allora”? Voglio andare a vedere quali sono questi dati, voglio andare a vedere come sono stati presi, voglio andare a vedere quali sono gli effetti di selezione, voglio andare a vedere che cos’è stato fatto, se c’erano dei buggers, cioè delle distorsioni a priori, e così via. Quindi, per me, le considerazioni statistiche lasciano il tempo che trovano, soprattutto quando si ha a che fare con fenomeni complessi ed estremamente ambigui. Porto un esempio: prendete il tipico oroscopo quadratico medio, ma lasciamo perdere l’oroscopo, prendiamo il tema natale, che sembra essere più accetto dalla comunità degli astrologi. Noi siamo circondati da camorristi, da assassini, da serial killer. Voi non troverete mai: “Mi dispiace, sei condannato ad essere un farabutto della peggiore razza, un disgraziato tale che tua madre nemmeno ti vorrebbe riconoscere”, perché l’astrologia è sempre indulgente, è sempre dolce, è sempre carina, chiunque ci si riconosce. Se lei prende un qualunque tema natale, senza vedere che cosa c’è scritto sopra, per esempio l’Aquario: creativo, non lo so, invento qualcosa, però incostante; più o meno tutti ci vogliamo riconoscere un po’ nel creativo, non mi è mai capitato di leggere un tema natale dove si legge: “Mi dispiace, sei un imbecille”. Allora, visto che per me l’umanità un 50% di imbecilli e di esseri ottimisti ce l’ha, già questo mi farebbe sorgere dei dubbi. Che voglio dire con questo, che l’ambiguità è straordinaria. La scienza definisce un termine, lo definisce in modo operativo e deve il suo successo a quello. Io, quando parlo di elettrone, voglio dire esattamente quella cosa e non un’altra. L’astrologia questo non lo fa ed è quell’ambiguità, che poi dopo porta a fare un uso qualsivoglia della statistica e tirare fuori qualunque conclusione. E allora, se credo negli oroscopi o nell’Astrologia, nei temi natali, tiro fuori quello che fa piacere a me, se non ci credo, tiro fuori quello che fa piacere agli altri. Quindi, per me, le considerazioni statistiche, come quell’altra cretinata che si sente spesso della precessione degli equinozi che avrebbe spostato i segni zodiacali, non vuol dire assolutamente niente, perché se l’Astrologia è una convenzione, che questa convenzione si applichi a un segno zodiacale spostato oppure non spostato, non cambia nulla."

Da una attenta analisi di questo intervento, il professor Longo non ha criticato la statistica in se, ma il modo di fare statistica di molti scienziati e studiosi. Per tanto è evidente che lui desse per scontato che i dati statistici citati da Ciro Discepolo non fossero stati elaborati in modo corretto, in quanto dava per scontato che l'Astrologia non potesse fornire dai statistici reali che la potessero confermare.

Ciro Discepolo non ha colto appieno l'intento del suo interlocutore e si è sforzato di dimostrare che la statistica fosse una scienza. Il moderatore ha cercato di spostare l'attenzione su altri aspetti prendendo in considerazione le caratteristiche del proprio segno zodiacale (il Capricorno), ma di fatto la discussione ha continuato a basarsi su discorsi generici i quali presuppongono conoscenze distorte.

Giuseppe Longo: "[..] Io non ho detto che la Statistica è una cretinata, per carità di Dio, ci lavoro veramente da una vita, il grosso della mia attività scientifica è legato a quella. Il problema è che alla statistica, se non ho un controllo assoluto dei dati che passo in ingresso e se non ho una rigorosità assoluta che a volte è impossibile, fate bene attenzione, dei termini che uso mi può dare qualunque risultato. Non a caso, si sa benissimo che proprio gli psicologi sono i primi ad avere degli enormi problemi nell’ interpretazione delle loro statistiche, perché mentre termini come elettrone, protone, sono definibili in modo univoco, altri termini come intelligenza, sensualità, cioè temi legati alla complessità della sfera umana, non sono definibili in modo univoco. Ad esempio facciamo i test sull’intelligenza, per dare un’idea di come la statistica si può usare come si vuole. Quale parametro ritengo rappresentativo dell’intelligenza? La capacità di saper fare i giochi di parole? La capacità di saper combinare i numeri? La capacità di girare oggetti nello spazio? Chiunque di voi abbia fatto i test di intelligenza, sa che ci sono attitudini verbali, attitudini spaziali, attitudini numeriche. Quali di questi parametri ritengo veri? E se li ritengo veri, con quali pesi li uso? Come ci si allontana dalla semplicità della fisica elementare, la statistica diventa un’arte, lo ripeto e sono pronto veramente a scriverlo, perché diventa un’arte dell’interpretazione, c’è un arbitrio enorme dietro. Per questo dico che quando si va nelle scienze umane la statistica non è più, e questo è di nuovo l’abuso di notazione, quello che è per la fisica, che è una scienza assolutamente rigorosa che può evolvere anche in teorie tipo la teoria del caos, e così via, ma è qualcosa di completamente diverso, diventa un modo per tentare di tirar fuori un granello di verità da dati che di per sé sono ambigui. Quindi, qualunque conclusione si tiri alla fine, ha lo stesso grado di verità dei dati che ci ho messo dentro. Allora, come dovrebbe fare una persona, uno va là, vede come sono fatti i dati, vede se li convince, non li convince, e poi dopo c’è questa interazione all’interno della comunità scientifica, il dibattito, per cui uno può dire tu hai ragione, tu hai torto, e là si discute. Il problema è un altro. L’Astrologia non fa previsioni, se non ho capito male…"

Da notare come il professor Longo fa una distinzione tra tra "scienza" e "scienze umanistiche". Di fatto l'Astrologia è una conoscenza che comprende tutte le altre, comprese le scienze umanistiche, per tanto non è possibile impostare un confronto sensato con un interlocutore scienziato, se non si distingue cosa nell'Astrologia sia scienza, da cosa nell'Astrologia non sia scienza. Intendo dire che il professor Longo non può avere la competenza di giudicare e discernere la simbologia astrologica con tutti i risvolti psicologici e spirituali che essa può avere. In fatti l'ambiguità a cui si riferisce il professore questo lato umanistico dell'Astrologia.

giovedì 10 aprile 2008

"Duello" Astrologia / Astronomia - Parte Prima -


Il primo argomento trattato riguarda il momento in cui, nel corso della storia, l'Astrologia e l'Astronomia si sono divise, in quanto in antichità gli astronomi erano anche astrologi. Poi la discussione si sviluppa in modo da spiegare cosa sia scientifico e cosa non lo sia, prendendo in esame le basi scientifiche dell'Astrologia.


Ciro Discepolo ha precisato che i 5 grandi astronomi dell'era moderna, cioè Copernico, Tycho Brahe, Keplero, Galileo e Newton, non solo erano astrologi, ma hanno anche scritto libri di Astrologia. Un prova di questo è il libro "Newton, l'ultimo mago", del professor Rizzoli.

Il professor Giuseppe Longo dà conferma dell'interesse delle 5 grandi personalità scientifiche per l'astrologia e precisa che dalla morte di di Newton (1727) si è sviluppato un metodo scientifico che ha portato gli scienziati a non occuparsi più di Astrologia. Anche se si ritiene che la scienza sia nata nel 1620, quando Galileo scrisse il "Dialogo sui massimi sistemi", il professor Longo ritiene che ci sia voluto un po' prima che venisse abbandonato il vecchio modo di pensare.

Il professor Giuseppe Longo usa le seguenti parole per definire il metodo scientifico: "Fino all’epoca di Newton non esisteva quello che oggi chiamiamo metodo scientifico, da dopo Newton sì. Ed è là che è avvenuta la frattura totale e insanabile. Ciro Discepolo ha usato dei termini che ad uno scienziato non verrebbe mai in mente di usare: l’“inconfutabilità” ha usato all’inizio, ma la scienza, per definizione, si basa sulla confutabilità. La scienza vuole confutare. La differenza rispetto ad altri modi di conoscere, di sapere, è che quando la scienza confuta, lo fa una volta per tutte. Toglietevi dalla mente l’idea che la scienza dica verità: per definizione la scienza non ha nessuna verità, nessuna teoria fisica è vera. Quello che al più si può dire di una teoria fisica è che quella teoria fisica non è stata dimostrata falsa. Ed è qua che cade l’asino. L’Astrologia, dai fisici, è stata dimostrata falsa, per cui, non ha più diritto di ricadere nell’ambito delle discipline scientifiche, e infatti, quella che può essere la mia obiezione all’Astrologia, è che fino a che gli astrologi fanno gli astrologi e continuano ad occuparsi di Astrologia, ben venga, è quando tentano di mettere quell’aggettivo “scientifico”, oppure di spacciare l’Astrologia per una scienza, che mi incavolo, perché è stata dimostrata falsa. Allora che cos’è, facciamo finta di non capirci?"

Ciro Discepolo risponde affermando che ci sono tre tipi di prove scientifiche a sostegno dell'Astrologia:"sui tre tipi di prove con cui noi cerchiamo di validare, ma non agli occhi degli astronomi, perché non abbiamo mai ritenuto che essi siano il Pubblico Ministero in un processo nei nostri confronti. Noi cerchiamo di validare determinati item dell’Astrologia per i nostri studi stessi, cioè per non andare a vento e per non andare a dire sciocchezze, quindi, evidentemente ciò ci interessa all’interno, tra gli studiosi di Astrologia, e ripeto ci sono attuali Premi Nobel che studiano Astrologia e sono astrologi, e poi vi posso fare i nomi, se voi li volete. E allora, in tal senso, noi abbiamo tre tipi di prove: ci sono le prove quelle proprio di laboratorio (vi posso elencare quali di esse dimostrano che non solo la luna ha influenza sugli esseri umani, ma anche il sole, moltissimo, con tutta una serie di test di laboratorio, dal test che si fa nel laboratorio di analisi, il test di Takata, o il fatto che il nostro corpo inizia a produrre melatonina mezz’ora dopo il tramonto, c’è un picco di produzione, quindi sente proprio la posizione del sole, ma vi potrei fare esempi a centinaia, al fatto che i pianeti influenzano la vita sulla Terra, e ci sono prove che vi posso citare e che vengono utilizzate oggi dalle industrie, non dal mago Otelma, ma dalle industrie, e questa è una prima prova…"[...]La seconda tipologia di prove è quella di poter riuscire a dimostrare che gli astri hanno un’influenza sulla vita degli esseri umani e con degli esperimenti che si chiamano di tipo “matching”, vale a dire di mettere assieme delle realtà. Per esempio, sono stati fatti una serie lunghissima di esperimenti da Vernon Clark, che era uno psicologo e che ha dimostrato che gli astrologi furono in grado, vedendo solo una data di nascita, di riconoscere le professioni di 10 persone, con un gruppo di controllo che aveva gli stessi strumenti, ed erano psicologi, cioè solo la data di nascita. E mentre il gruppo di controllo restò al livello del caso, gli astrologi stabilirono un picco molto alto. Il terzo tipo di prove è quello di ordine statistico. Su centinaia di migliaia di casi, adesso siamo arrivati addirittura a milioni di casi che sono stati testati. Allora, qui sorge il problema, perché si dice “la scienza ha dimostrato che questi fatti sono falsi”. Dovremmo capirci bene, perché se la scienza è rappresentata solo da alcuni professori, allora è chiaro che questi hanno ritenuti tali fatti non validi, però se noi consideriamo che i professori di statistica della Sorbona, e possiamo fare un nome, Fabergé, e che il professore Tornier dell’Istituto di Statistica dell’Università di Berlino, che non mi sembra proprio quella di un paese del Terzo Mondo, e Jean Porte, che è stato professore di statistica all’Istituto Nazionale di Statistica francese, ebbene tutti e tre hanno ripetutamente convalidato detti risultati. Qui sarebbe di cattivo gusto mettermi personalmente in mezzo a tale discorso (a mezzo delle mie ricerche statistiche), però parliamo di un mio avversario, perché molti credono che Michel Gauquelin fosse un astrologo, e invece era un nemico dell’Astrologia, ebbene, questi risultati sono stati vagliati ripetutamente (Jean Porte, era un nemico acerrimo di questi risultati, perché lavorava con Paul Coderc, che era il direttore dell’Osservatorio Astronomico di Parigi), e dopo ripetute prove, anche validati. E che cosa abbiamo ottenuto? Abbiamo ottenuto che i professori dei vari comitati gemelli o fratelli, o cugini, come vogliamo dire, del Cicap, quello di Bok negli Stati Uniti, quello belga e quello francese, uno di loro ha affermato: “Se la Statistica si mette a dare ragione all’Astrologia, allora io smetto di credere alla Statistica”, e questa è la storia."

Anche il moderatore espone una sua considerazione molto Interessante: "Una cosa che è innegabile, rispetto al discorso che ci siamo fatti prima e che secondo me vale la pena di discutere, è che comunque anche la scienza, con la esse maiuscola, la scienza ufficiale, negli ultimi anni, si dedica molto ad un lavoro di tipo diverso, cioè a un lavoro di previsione su fenomeni estremamente complessi e con un margine, almeno nell’immediato, nel breve termine, di verificabilità molto bassa, molto difficile. L’esempio più classico è (ed è un campo di studi su cui in questo momento ci sono enormi sforzi, enormi investimenti) la previsione del cambiamento climatico, un lavoro su cui c’è evidentemente un margine di errore enorme e che però è con piena cittadinanza nella scienza ufficiale. Ora, ripeto, non sto proponendo un paragone tra questo tipo di metodo e il metodo astrologico di cui stiamo parlando, ma secondo me è interessante per capire meglio come le due parti intendono, evidentemente diversamente, anche in un caso di quel tipo, anche in un caso in cui siamo nel tentativo di fare previsioni su fenomeni molto complessi, il problema della prova e del metodo."

Fino a questo punto il dibattito si è svolto in modo sensato, ma dalla prossima risposta del professor Longo, vi sono una serie di distorsioni e omissioni che sviano dal buon senso e da un reale filo logico. In fatti la discussione si perde inutilmente nel decidere se la statistica sia o meno una scienza, e non si considerano le "prove di laboratorio" a cui Ciro Discepolo ha fatto riferimento.